sabato 13 novembre 2010

Alexander Skarsgard affascinato da Monaco


Alexander Skarsgard incontra Manuel Weis nella capitale bavarese, Monaco.
Alexander parla della serie della HBO True Blood, che attualmente è in programmazione sulla Sky tedesca e di tutti i suoi progetti.

E' la prima volta che vieni in Germania?
No. Sono venuto in Germania 4 anni fa per i Mondiali di calcio, per vedere la Svezia giocare contro la Germania. Non fu una buona giornata!
Noi tedeschi avemmo la meglio alla fine....
... Si ed avete avuto anche molto divertimento.
Ti piace Monaco?
La adoro. Prima siamo andati a Colonia, quando la Svezia era nel girone contro l'Inghilterra. Poi siamo andati a Monaco. E devo dirlo: una città davvero impressionante.
C'era un'incredibile atmosfera in tutto il paese.
Le persone erano estremamente amichevoli, ci hanno dato il benvenuto. Per me è stata una bella esperienza. e anche questo è incredibile. Mi piacciono tutte e quattro le stagioni ma devo dire che l'autunno mi manca molto. Il modo in cui le foglie si colorano ed è molto bello poterlo vedere da qui.
Credevi che in Germania ci fossero cosi tanti fans di True Blood?Ho saputo che le ragazze dovevano essere separate e che volevano scoprire anche dove ci saremmo incontrati.
Fino a quando non sono venuto qui, non sapevo nulla. Ma ho incontrato alcune fans qui fuori dall'hotel. E' stato pazzesco.
Com'erano le fans?
Erano molto gentili. Ho firmato alcuni autografi e fatto fotografie, cose del genere. Da un lato sapevo che lo show stesse andando in onda in altri paesi, ma dall'altra bisogna rendersi conto che True Blood è molto lontano da qui. mi ha affascinato il fatto che le mie fans sapessero cosi tanti dettagli sul mio personaggio. 
Cosa pensi in generale della enorme pubblicità a proposito dei vampiri? Twilight, The Vampire Diaries...
Non posso rispondere a questa domanda perchè ho visto solo True Blood e gli altri non li conosco. Non dico che non mi piaccia l'altro "materiale", non l'ho mai visto, ma sono un fans di Nosferatu. Mi sento molto di più come quel genere di lavori.
Quale serie ti piace in TV?

"Colbert Report" e mi piace "30 Rock". E' fantastico.
Ti piacciono le commedie?
Non solo. Mi piace "Deadwood," ma questo è di qualche hanno fa. E' abbastanza difficile per me seguire con regolarità uno show alla televisione. Per questo preferisco i cofanetti DVD.
In Germania, True Blood ha un divieto per i  minori di 18 anni. Lo puoi comprendere?
Penso sia dovere dei genitori decidere. Lo capisco però perchè nella serie c'è violenza.
E' appena cominciata in Germania la terza stagione. Che cosa ci aspetta?
La terza stagione gira intorno a Eric che cerca vendetta. Scopre che qualcosa è successo decenni fa e la sua missione ora è rivendicare la sua posizione. Si concentrerà su questo. ma comunque è tutto incentrato su Sookie. Eric vuole conoscerla meglio.
Negli Stati Uniti comincerai a breve a filmare la quarta stagione...
... Si, cominceremo alla fine di Novembre, inizi di Dicembre.
Sai già la storia?
No non è stata nemmeno scritta. Nel caso, lo sappiamo solamente poche settimane prima di cominciare a filmare. Per noi è sempre una grossa sorpresa.
Cosa pensi a proposito del futuro della serie?Pensi sia già arrivata poco più in la della metà della sua vita? I Soprano sono arrivati a sei stagioni, Sex and The City idem. The Wire è finito dopo cinque stagioni....
Non lo so. Organizziamo solo un anno per volta. Alla HBO non dicono mai: "Ok, facciamolo per cinque stagioni". Dipende. Lo show è più popolare da quando è cominciato? Poi arriva la HBO e decide se andare avanti. Quindi in parte è dovuto al successo, ma anche alla creatività delle persone. Non rischiamo mai una caduta nella qualità dello show. Chiaramente penseremo ad una fine se la serie fosse destinata a non avere più successo.
Il grande successo di True Blood nel mondo. Pensi ci sia qualche segreto?
Fa appello ad una larga congrega di elementi. E' sexy, un pochino spaventoso, noi mozziamo il fiato. La struttura è più o meno come una soap opera, ma con l'aggiunta di relazioni e personaggi incredibili. Questo è ciò che rende il formato speciale. Le storie poi sono le più importanti.
Sono differenti i set americani rispetto quelli europei?
Negli Stati Uniti tutto è molto più grande. Più soldi, più persone sul set.
E ciò è buono?
Tendenzialmente non generalizzo. Se uno partecipa ad un film indipendente in america non vede tutta questa differenza con i film indipendenti in Germania o in Svezia. Attualmente lavoro al film Battleship, ed abbiamo girato a Pearl Harbor su una grande nave. E' incredibile pensare a quanto sia grande tutto ciò. Per questo in Europa non ci sono mai abbastanza soldi. Le cose hanno già molte maggiori differenze.
"True Blood" non è, per l'appunto, la tua prima produzione per la HBO. Prima hai lavorato a " Generation Kill". Detto seriamente: non ti piacciono le serie dei Network?
Beh, i networks tendono a cancellare le serie velocemente se non riscontrano nel giro di pochi minuti, un pò di successo. HBO non lo fa. True Blood ha una lunga serie di seguaci ma Generation Kill era un progetto piccolo.
In fine, hai recitato in "Melancholia" con il regista Lars von Trier. Un regista di spicco. Come descriveresti lavorare con lui?
Impressionante. Assolutamente affascinante. Non ho mai visto niente di tutto ciò nella mia vita. Sono un suo grande fan e per me questa opportunità è stata come un sogno. Ero circondato da grandi attori e Lars Von Trier si fida dei suoi attori. Eravamo liberi, ci divertivamo, potevamo fare quello che volevamo se sentivamo che era giusto. Ha registrato tutto e poi è venuto da noi con le sue idee, le sue proposte. Abbiamo lavorato sui dettagli e cosi ogni scena ha preso una sorta di vita propria.
Puoi dirci qualcosa sulla storia?
Lars non vorrebbe, penso. Si svolge ad un matrimonio in cui Kristen Dunst interpreta la mia sposa. Alla cerimonia c'è anche la nostra famiglia, siamo felici e siamo innamorati ma poi......
E poi...?
E' un segreto!


Fonte

Nessun commento:

Posta un commento