venerdì 19 febbraio 2010

Alexander Skarsgard FX UK Intervista

Alexander Skarsgard ha realizzato un'intervista esclusiva per FX UK dato che la seconda stagione partirà in Gran Bretagna il 26 Febbraio. Se non l'avete vista occhio agli spoiler!


In questa prima parte Alexander dice che True Blood è molto più di una serie televisiva divertente. Si parla di tutto dal sesso a problemi più seri e inevitabilmente si finisce con l'identificarsi con qualche personaggio e con le sue problematiche ( mutaforma, vampiri, fanatici religiosi, sette...).
Si può benissimo vedere che True Blood ha dei parallelismi forti con la nostra società e con ciò che le minoranze devono sopportare per riuscire ad integrarsi.
Ciò che rende particolare la serie non è soltanto il fatto che sia un'ora di puro divertimento ma anche il fatto che alla fine ti lascia qualcosa di più dentro poichè porta con se un messaggio molto importante.
La seconda stagione rispetto alla prima è molto più complessa, divertente, facile, paurosa, violenta anche perchè vengono introdotti nuovi personaggi ed ognuno di loro viene sviluppato ed entra a far parte della serie con prepotenza. In questo modo la serie diventa molto più complessa e apre il mondo a tutte le creature sovrannaturali ed ai rapporti che si stabiliscono tra di loro.



Alexander parla di Eric. Dice che nella prima stagione non si è visto molto delle reali potenzialità del suo personaggio, mentre invece, con l'inizio della seconda stagione, gli spettatori si possono veramente rendere conto di quello di cui è capace. Di fatti quando Alexander ha ricevuto il copione ha detto "Si, questo è il modo in cui voglio cominciare!".
Quando ha girato la scena della prima puntata dice che era pieno di sangue finto, dalla testa ai piedi.
Dato che è una sorta di fluido appiccicoso e zuccherino, ne era talmente impregnato che faceva perfino fatica a muoversi ed ha fatto anche fatica a toglieri i vestiti di dosso talmente impreganti e sporchi del liquido di scena.
A proposito di Bill. La differenza di età tra i due personaggi fa in modo che Bill appaia come un bambino agli occhi di Eric e ciò lo diverte molto in quanto Bill ah reazioni del tutto differenti da Eric.
Bill è molto naive e cerca sempre di salvare Sookie. A Eric questa cosa piace molto e si diverte anche a sfidarlo, a vederlo contrariato e in questo modo lo prende anche in giro.



Sempre a proposito di Eric. Nella prima stagione non si capisce molto a proposito del suo personaggio. Lo inquadrano soltanto come il proprietario del Fangtasia e come un vampiro dedito al business, ma nella seconda stagione diventa molto più personale. Si comincia a scoprire parte del carattere di Eric. Non si tratta solo di business, sa essere anche molto leale e compassionevole. Ovviamente si tratta sempre di Eric ma in una prospettiva molto più emozionale.
A porposito di Sookie. Eric è in giro da almeno 1000 anni quindi in un certo senso si considera oltre gli umani. E poi incontra Sookie. In lei c'è qualcosa di differente e non riesce a capire cos'è... Per forza questo lo attira.
Tecnicamente lui è il capo di Bill quindi potrebbe fargli fare quello che vuole, ma il fatto di stabilire un legame con un umano dicendo "lei/lui è mio"...Beh allora Eric non può rompere quel tipo di legame e lo deve rispettare.....Ma alla fine in qualche modo riesce a romperlo..."girandoci intorno"....

Fonte
Fonte2

Nessun commento:

Posta un commento