venerdì 25 dicembre 2009

Buon Natale!!!

A tutte le fans la fuori, auguro di cuore un Buon Natale! Che posso portarvi tanta gioia!

Buon Natale Alexander!!!!

giovedì 17 dicembre 2009

I desideri di Alex per Natale

Recentemente in una intervista rilasciata a Metro, una rivista svedese, Alex ha espresso i suoi desideri per Natale:
"Spero di passare un bel periodo in Svezia per le vacanze e di poter passare il Natale con la mia famiglia. Non ho avuto molto tempo l'anno scorso e ciò mi è mancato molto. Se riuscissi a fare questo quest'anno non avrei bisogno di alcun regalo."


Fonte

I Vampiri più sexy del 2009 - TV Guide

Ed ecco da Tv Guide una lista dei vampiri più sexy del 2009......


Fonte

Alexander Skarsgard in due Clip

Qui di seguito ci sono due Clip di un giovanissimo Alexander Skarsgard.Sono tutte e due tratte dal film The Dog That Smiled del 1989 dove Alex interpreta Jojjo.




Fonte

E! Entertainment - I 10 Vampiri che amiamo di più

Secondo voi nella classifica fatta da E! Entertainment  'i 10 vampiri che amiamo di più' non poteva esserci il nostro Alexander???? Maddai.....



Fonte

Golden Globe Party - Saluting Young Hollywood

Ovviamente anche al 2nd annual Golden Globe Party - Saluting Young Holluwood, Alexander Skarsgard era presente in tutto il suo splendore.


Premiere 2°stagione Parigi - interviste

Ok, dovete capirmi....Potrei tradurre tutto quello che dicono in queste 3 interviste ma sarebbe un articolo lunghissimo, quindi sotto ogni intervista riporterò soltanto le parti salienti! Abbiate pietà di me....se volete una traduzione precisa di un pezzo scrivetemi e ve la farò.....



Parte1. Qui parlano molto del rapporto che gli attori hanno con Alan Ball. Dicono che non è assolutamente cattivo, anzi gli lascia molta libertà di interpretazione e gli da inoltre consigli utili su come interpretare una parte. Il cast e la crew per loro sono una cosa sola. Non sanno alcuna anticipazione sulla 3 stagione poichè lo script non gli è ancora arrivato, ma per loro leggere il copione è come essere alla mattina di Natale: lo trattano come qualcosa che scotta e sono avidi di conoscenza, non solo per quanto riguarda il loro personaggio ma anche per le parti degli altri. Sono anche loro fans della serie e vogliono sapere cosa ne sarà dei personaggi. In più dicono che Alan lascia che gli attori modifichino alcune sensazioni che trasmettono durante la recitazione. Chiedono anche se possono avere più o meno scene di sesso!
Giuro che se Alexander alza ancora il sopracciglio cosi, svengo!


Parte2. Nella seconda intervista si parla molto della relazione tra la serie e le problematiche della società in cui viviamo. Per Rutina Wesley questa è la prima apparizione in una serie televisiva. Appena uscita dal teatro si è trovata di fronte alle telecamere e dice che all'inizio è stato un pò difficile ma che ora si diverte molto e si sente molto maturata. Si parla anche della metodologia di recitazione. Alex dice che comunque ogni tanto ha bisogno di restare da solo per concentrarsi su alcune scene e Rutina confessa che la scena più difficile per lei è stata quella dell'esorcismo perchè aveva bisogno di tirare fuori il peggio di lei e non sapeva esattamente come fare. In più alcuni sentimenti di Tara ha fatto fatica a levarseli di dosso, soprattutto alcune scene emotive.
Quando Alex interviene in questa discussione dice che è vero che levarsi alcune scene emotive di dosso non è facile e che è più semplice spogliarsi davanti ad una telecamera. Michelle ridendo gli dice "Eh beh ma lui è svedese (della serie sono abituati a fare una cosa del genere! ahahahahaha!)" Michelle aveva inoltre paura di fare quelle scene dove balla e sorride malignamente, più che fare invece scene di massacro e sacrificio. Sam dice che in alcune scene in cui lui era a petto nudo faceva un freddo cane nonostante fossero in California e non pensava ad altro che attaccarsi al calorifero.
Parte 3. Si parla della prima stagione di True Blood e del loro ingaggio. Rutina Wesley ricevete la chiamata mentre si trovava in uno Star Bugs ed ha cominciato ad urlare come una matta.  Si parla poi dei vari personaggi, di Eric che nella seconda stagione evolve molto, di Maryann che non si capirà cos'è fin verso la fine della serie, di Sam che cerca di sopravvivere fino alla fine della seconda stagione, e Tara che incontra Maryann e ne passa di tutti i colori. Infine qualche parola in francese...Michelle canta la versione francese di Spiderman, Alexander.....beh Alex parla francese.....!!!! Sam dice che spera  che amiamo la serie e Rutina...beh Rutina dice semplicemente 'Voilà' riferita a Sam....Le ha rubato le parole di bocca!

Fonte

Alex and Dad!

Guardate che bella foto ho trovato su Skarsgardnews.com. Non è tenera?


Intervista al cast di True Blood - Parigi premiere 2°stagione


Traduzione dell'intervista
Michelle Forbes: prima di True Blood non ho prestato molta attenzione ai vampiri. Ma questa visione dei vampiri, un pò post-moderna ,che hanno Alan e Charlaine mi interessa molto.
Rutina Wesley: è fantastico perchè c'è un mix di realtà e fantasia dove tutto è possibile e forse è per questo che la serie piace cosi tanto a tutti ed in tutto il mondo, ovviamente a parte i bambini! Ma c'è veramente tutto: abbiamo i mutaforma, gli elementi sovrannaturali, i vampiri e poi vampiri e umani che vivono insieme, poi ci sono queste comunità di umani che hanno i loro problemi.
Alexander Skarsgard: nella stagione 1 si scopre l'universo di cui è composto True Blood, una specie di invito agli spettatori ad entrare in questo mondo ed una introduzione dei personaggi. Ma nella seconda stagione tutto diventa assurdo, perchè gli spettatori sono già parte della show e cosi diventa un viaggio nel selvaggio. Questa non è la televisione ma è la HBO quindi si può fare quello che si vuole e penso che questa sia la cosa positiva nel lavorare in uno show del genere perchè c'è molta confidenza con creatori come Alan Ballo e David Mills che ha fatto Deadwood. Loro sono degli scrittori fantastici.
MF: come dice Sam Trammell quando senti parlare di Alan Ball è come se stessi parlando della HBO e sai che la serie sarà sicuramente esplosiva.
RW: Alan è molto presente sul set. E' stato molto più presente nella 1° stagione, ma comunque nella seconda è presente quando può, si concentra molto sulla scrittura ma è anche un regista molto bravo e ti fa delle critiche costruttive; vuole raggiungere i suoi obbiettivi ed a volte ti fa anche piangere.
Sam Trammell: lui è una persona molto pacata e rilassata. Sai a volte quando vai sul set tutti sono nervosi quando in giro c'è il boss ed invece lui è molto rilassato e di riflesso lo trasmette a tutti noi.
Vampiremania.
RW: penso sia grandioso che anche altri show sui vampiri abbiano avuto un enorme successo, ma credo che True Blood sia un pò più per gli adulti perchè è un pò crudo con molto sesso e sangue.
MF: la ragione per cui in questo momento abbiamo questa esplosione di vampiri e delle creature soprannaturali, chi lo sa perchè.......ma penso che True Blood ha veramente toccato la coscienza di cosi tante persone. Penso che sia perchè è una serie che ti permette di evadere ma pone anche dei quesiti. Ti fa ridere ma allo stesso tempo ti interroga.
 ST: Alan Ball arrivava da una serie che era Six Feet Under, la quale era comunque pesante e poi ha trovato i libri della Harris, dai quali è tratta la serie, e penso che li ha trovati divertenti e voleva fare qualcosa che fosse altretanto divertente di modo che la gente lo guardasse con in mano i pop corn e la coca cola . Ha mixato diversi generi comprendendo sesso, paura, divertimento e serietà. Ma è anche un bravo scrittore ed anche uno con un credo politico e questo è riflesso nella serie con diverse metafore, come quella dei vampiri che è vista come una minoranza, come fosse quella degli omosessuali o una minoranza raziale come quella della discriminazione sulle donne.
AS: l'importante è che le idee siano trasmesse in maniera sottointesa perchè se la scrittura è troppo diretta e forzi le persone a fare in modo che pensino certe cose, allora la gente non ti crederà mai. Cosi la serie è basata sui personaggi e non sulla storia ma credo che sotto la superficie c'è un riferimento diretto alla nostra socità che può essere quella degli Stati Uniti del Sud o anche della Francia.
MF: qui si parla di integrazione, di segregazione e penso che la seconda stagione si basi molto sul nostro sistema di credenze, a quanto le persone sono influenzabili dai pensieri di un gruppo e quanto questo sia rischioso o pericoloso se non fai parte del giusto cerchi di persone. E' questo che mi rende cosi orgogliosa di fare parte dello show perchè ci sono molte cose su cui riflettere ed è divertente...E ovvio, poi perchè ci sono molte persone interessanti che girano in giro senza vestiti addosso.

Dark Magazine


Ed ecco l'intervista realizzata per Dark Magazine Francia
DM: Perchè hai deciso di far parte del cast di True Blood?
A: E' stato perchè questa serie è associata ad Alan Ball. Molto tempo fa quando sono stato contattato per una serie che era incentrata sui vampiri, mi sono davvero chiesto come sarei potuto sembrare. Ho perfino pensato che fosse uno scherzo! Poi mi hanno detto che Alan Ball, il quale ha scritto e prodotto American Beauty e la serie Six Feet Under della HBO, era coinvolto nel progetto e ho pensato che sarebbe stato fantastico perchè sicuramente non è un idiota!
DM: Hai rinfrescato la tua conoscenza sui vampiri prima di cimentarti con il tuo ruolo in True Blood?
A: Devo ammettere che non ero un grande fan delle Fantasie Urbane prima che entrassi a fare parte del cast. Ma prima ancora che cominciassi a pensare, avevo la parte e mi sono totalmente immerso in questo universo. Ho visto un sacco di film - classici del genere come Nosferatu, Dracula (il primo con Bella Lugosi ed il secondo di Francis Ford Coppola) - per studiare come venivano a patti con questo ruolo e per dare una interpretazione moderna e credibile.
DM: Puoi dirmi qualcosa su Eric che noi ancora non sapppiamo?
A: Eric non è molto presente nella prima stagione. Cosi non sappiamo molto su di lui all'inizio della seconda stagione, nella quale sarà molto più presente. Godric scomparirà e cosi Eric sarà coinvolto nella sua ricerca. E' qualcosa di molto importante per lui. Qui scopriremo che Eric è un vampiro molto leale, compassionevole e che ciò è raro tra i vampiri. Per Eric essere uno sceriffo non è soltanto un marchio, è un credo.

Il resto dell'intervista è sul magazine francese che purtroppo non ho avuto l'onore di trovare tra le mie fonti!


Beyond The Pole su Examiner.com

Ciao a Tutti! Scusate se sono mancata cosi tanto ma ho avuto veramente moooolto da fare ed in più il mio pc ha deciso di lasciarmi a piedi! Ora ho installato Windows 7, ripristinato tutte le mie cartelle, file e programmi e sono pronta per ricominciare a darvi notizie in italiano sul nostro bellissimo ed intrigante Alexander Skarsgard.
Dunque cominciamo da dove lo avevamo lasciato....Era il 29 Novembre e il sito di Examiner.com pubblicava una intervista esclusiva fatta al regista di Beyond The Pole, David L. Williams.
Vediamo cosa dice sul nostro Alexander:

"[......] Ovviamente non potevamo intervistare David senza chiedergli qualcosa a proposito del lavoro con Alexander Skarsgard. Qui trovate quello che ha detto su di lui:
Beh, Alexander è una persona amorevole e non lo dico giusto perchè siete delle fans! Lo abbiamo scelto perchè avevamo perso un attore molto bravo pochi giorni prima che cominciassimo a girare. Devo dire che non ne stavamo guardando molti di attori ed ero già partito per la Groenlandia, allora ho detto: 'Fanculo! Prendimi quel tizio che è diventato Mr. Svezia per 5 volte!'. 
Stavo semplicemente pensando: Quel ragazzo sembra un dio greco del monte Olimpo?Si perchè è altissimo; Ha la delicatezza di fare da contrasto con gli altri attori? Si; Ha già fatto della commedia prima d'ora? Si, con Zoolander e chi se ne frega delle prime 3 caratteristiche, assumiamolo perchè ci farà vendere in Svezia!
Quando Alexander è arrivato sul ghiaccio, noi eravamo già li da un pò ed ho pensato che per lui forse era difficile cominciare a lavorare cosi in ritardo rispetto a noi. Noi ci conoscevamo già tutti ed eravamo molto uniti. Lui fu molto serio e volle subito sapere la motivazione del suo personaggio, voleva sapere tutto, ma se posso essere sincero non volevo dirgli molto. Ho pensato che sarebbe stato molto più utile per lui se sapeva poco. Cioè non volevo che sapesse altro se non quello che poteva apprendere li sul posto. Ho pensato che inizialmente Alexander potesse trovarlo difficoltoso, ma se guardi la scena sembra molto fresca. La loro improvvisazione è stata fantastica. Hai una sola possibilità quando improvvisi - ed è totalmente reale; la prima volta che uno parla è davvero la prima volta in cui anche gli altri parlano e reagiscono. E' una magia che è difficile da replicare perfino per il migliore degli attori. Alexander ha brillato la prima volta che ha recitato le sue battute perchè si è semplicemente lasciato andare e non ha pensato troppo. Era semplicemente se stesso. Sul set a volte è difficile, quando hai cosi tante cose nella testa, sapere chiaramente quando hai quello di cui hai bisogno e quello che c'è stato prima. Tutti gli attori sono stati brillanti nel film, ma quando Alexander era sul set sapevo sempre che avevo il materiale che volevo. E' stato fantastico in ogni senso. Le sue fans fanno bene ad amarlo. Lui è adorabile!
.
Qui sotto vi lascio il trailer


Fonte