sabato 21 novembre 2009

Intervista Svedese - Gli Stati Uniti non sono lontani da Metropia


Non molto tempo fa Alexander Skarsgard non era famoso a Hollywood. Ma dopo 5 film e 2 serie negli ultimi 3 anni è diventato parte del gruppo di star Hollywoodiane. Ultimamente appare in tutte le news poichè è una della voci del film di animazione Metropia.
-E' stato strano quando una persona in Taiwan mi ha fatto a maglia una sciarpa e me l'ha spedita. Ma allo stesso tempo è lusinghiero che ci siano persone dall'altra parte del mondo che seguono True Blood cosi appassionatamente.
E' stato nella serie vampiresca True Blood che Alexander Skarsgard ha avuto la possibilità di farsi conoscere come il vampiro vikingo Eric Northman, ma lui ha anche fatto alcuni film negli States ed in Groenlandia ed adesso è in Svezia dove ha recentemente finito di girare il film di Johan Kling, Puss.
-Sono a mio agio quando sono in movimento e mi piace raccogliere impressioni soprattutto quando sono in giro per il mondo agli incontri con i giornalisti. Ma non è un circo costante e presto sarò a girare la terza stagione di True Blood perciò mi concentrerò su quello.
Alexander ha cercato ruoli differenti per evitare di essere etichettato come il 'bello e incompreso studente delle scuole superiori', il quale era l'unico ruolo che gli fosse stato offerto in Svezia. Nei passati 3 anni lui ha interpretato un vampiro, un ufficiale, un esploratore norvegese e omosessuale ed ora è la voce di un personaggio nevrotico nel film animato di Tarik Saleh.
-Tarik era affascinato dal fatto che sono un ragazzo abbastanza grande e grosso mentre il personaggio principale che interpreto è magro e fuma, un pò come Woody Allen piuttosto che come me; dice Alexander mentre guarda fuori al tempo piovoso.
Il tempo assomiglia alla scena del film Metropia: grigio, freddo e cupo. Il film ha luogo nel 2024 e parla di Roger (Vincent Gallo) un ragazzo che viene da Farsta (un quartiere di Stoccolma) che comincia a sentire delle voci nella sua testa quando è in metropolitana. Per questo decide di andare in bicicletta al lavoro, ma quando questa si rompe è costretto a utilizzare nuovamente la metropolitana e scendere sottoterra.
Il personaggio di Alexander Skarsgard, Stefan, è un personaggio di supporto nel film. In una scena incontra Ralph, la cui voce è di Stella Skarsgard il padre di Alexander. E' la prima volta che padre e figlio lavorano insieme, nonostante non si siano mai visti durante la registrazione delle voci.
-Mio padre ha registrato le sue parti due mesi dopo di me. E' stato fantastico vedere la chimica che c'è fra di noi ed è ironico pensare che nella nostra prima scena insieme non eravamo insieme nella realtà.
Alexander ha registrato la sua voce due anni fa. Il regista e buon amico Tarik Saleh gli chiese se voleva una parte. In quel momento Alexander era in Africa a girare la miniserie Generation Kill, ma è volato di nuovo in Svezia per un weekend per fare le sue registrazioni.
-E' stata dura, perchè quando ho registrato le mie parti niente era ancora animato. Ciò ha generato in me una enorme libertà artistica. Non eravamo legati a niente e se volevamo cambiare qualcosa lo facevamo.
Ha aggiunto inoltre che il tempo a Stoccolma non è l'unica cosa che gli ricorda Metropia.
-Se guardi alla società americana di oggi potrai trovare che è molto simile a quella di Metropia. Puoi fare il ragionamento che l'America è governata dalle grandi compagnie.
E dopo a cominciato un monologo di 15 minuti, con sentimenti e gesti, a proposito della politica americana. Potevate vedere con i vostri occhi che la sua devozione per la causa è reale
-E' cosi sporco, la realtà non è cosi lontana dal mondo di Metropia.
Fonte1
Fonte2

Nessun commento:

Posta un commento