martedì 15 settembre 2009

Alexander Skarsgård Is a Neck Man

Scusate l'attesa ma sono sempre molto presa. Qui abbiamo un articolo uscito su Newsweek l'11 settembre. Era veramente lunghetto e quindi ci ho messo un pò a tradurlo.Trovo che l'autore di questa intervista sia veramente un bravo giornalista perchè ha uno stile di scrittura accattivante e cognuga bene un pò di sarcasmo con domande ben mirate.

 Perchè i personaggi di True Blood hanno il set di zanne più sexy della tv.
L'unica importazione svedese che abbia mai rubato il mio cuore era IKEA. Ok, forse anche la Volvo. Ma poi arrivò Alexander Skarsgard, il vampiro cattivo con un vero cuore (anche se non batte) della serie True Blood della HBO. Skarsgard interpreta Eric Nothman, il vampiro vichingo con mille anni di storia, sceriffo dei non morti, ma possiamo anche chiamarlo Vampiro McSteamy (si riferisce al fatto che Mark Sloan in Grey's Anatomy viene chiamato Dr. Mc Steamy tradotto in italiano dott. Bollore). Possiamo fare una colpa ad Anna Paquin per fantasticare segretamente su di lui quando il sole tramonta? Quella faccia "da schiaffi". QWuei capelli da surfer californiano. Quegli zigomi cesellati.
Ci sono mille, forse milioni, di donne ovunque la fuori che sono tutte prese da Alex. Lui attrae anche i suoi colleghi, come la sua costar Nelsan Ellis (Lafayette). "Alexander è molto umile, estreamamente talentuoso  e ha l'aspetto di uno che è sceso direttamente dal Monte Olimpo, a volte vorrei essere lui. Ma quando dico 'Fratello, non starmi vicino', in questo caso invece direi 'Alex, puoi stare vicino a me?'"
Skargard prende da Eric un pò di Gordon Gekko (dal film "Wall Street del'87 in cui Micheal Douglas interpreta un finanziere senza scrupoli) mischiato con un pò di Mr. Darcy (da Orgoglio e Pregiudizio). Il suo personaggio rimane un pò nell'ombra nella prima stagione - "Ero una gloriosa comparsa" dice Alex - Ma ben presto è diventato la parte centrale dello show. Eric è il figo che cerca di portarsi via Sookie dal suo principale spremitore, Bill, in un triangolo amoroso ispirato dai libri di Charline Harris, che potrà essere nuovamente riscaldato dal finale di stagione questo weekend. Dato che True Blood è diventato il programma di punta della HBO come non accadeva dai tempi dei Sopranos, raggiungendo quasi i 5 milioni di spettatori a settimana, Skarsgard è il vampiro del momento. La Paquin può aver vinto il Golden Globe, ma Skarsgard Ha vinto nei blog di tutto il mondo. “La verità è che ero in Europa quando la seconda stagione è partita in  America, e non avevo idea di quanto grossa fosse diventata questa cosa” dice Skarsgard “Sono atterrato a L.A., sono andato al Comic-Con ed era tutto assolutamente pazzesco".
Skarsgard potrà anceh succhiare sangue in Tv, ma non sarà risucchiato dalla sua stessa fama. Lui è un pò come una sorta di anti-celebrità , anche se l'altra  sua apparizione è stata dividere il letto con Lady Gaga nel suo video musicale "Paparazzi". Skargard è ora a Shreveport, L.A., che sta girando un film diretto da Rod Lurie, remake dell'omonimo film del 1971 di Sam Pekinpah  Straw Dogs. Il film ha inarcato parecchie sopracciglia in questi giorni per una cruciale scena di stupro che sembra rivoltarsi da scena di violenza a scena di lussuria. La parte dell'aggressivo Charlie Venner è interpretata da Skarsgard. “E' qualcosa di cui parlavamo spesso, quasi ogni giorno sul set” dice Skarsgard. “Sarà duro. E' una scena molto dolorosa, ma è anche un momento cruciale”
Skarsgard rimane vestito come il suo personaggio durante la nostra intervista e parla con un leggero accento del Sud che può far storcere il naso ad un miliaio di donne sulla mezza età (l'accento del sud degli Stati Uniti generalmente è considerato poco educato e pressochè un  accento da strada). E' umile ed educato e con l'orecchio aguzzo sulla musica indie-punk (Glasvegas, the Buzzcocks, the Adverts, the Clash e the Arctic Monkeys si insinuano nella nostra conversazione). E' stato abbastanza preso ultimamente, non ha quasi festeggiato il suo 33esimo compleanno quest'anno. “Mi stavo riposando nella mia stanz d'albergo e un paio di ragazzi dal set di Straw Dogs mi hanno portato di peso fuori a cena" dice. “E' stata una cosa molto tranquilla in verità ed è stato molto dolce da parte loro fare questo per me. Non ho fatto quasi niente per i miei compleanni negli ultimi anni”.
Alcune delle ragioni per cui Alexander è cosi riservato sulla sua vita privata e sulla sua nuova celebrità è dato dal fatto che lui è un attore fin dalla giovane età. Un amico regista di suo padre gli ha dato il suo primo ruolo nella versione cinematografica del libro per bambini Ake och hans värld (Ake e il suo mondo), nel quale interpreta il ruolo di Kalle Nubb. Poi arrivò un pò di tv svedese, incluso il ruolo centrale nel film del 1989 Hunden som log (Il cane che ride). “I miei genitori non mi hanno mai portato ad una audizione. Non mi hanno mai spinto a fare l'attore. Le cose semplicemente accadono, e pensai che fosse divertente” dice Skarsgard. Quando raggiunse i 13 anni ne aveva abbastanza “Ero veramente manierato e non mi sentivo a mio agio con tutte quelle attenzioni. 13 anni è una età dura in cui cerchi di capire se sei un uomo o ancora un bambino. E' uno strano periodo. Le persone per la strada mi riconoscevano, ed io questo lo odiavo. Era troppo per me, cosi ho detto a mio padre e a mia madre ‘Non voglio fare questo, voglio giocare a calcio’. Volevo una ragazza a cui paicevo perchè ero divertente o carino, non perchè mi aveva vistpo in televisione. Cosi ho lasciato tutto"

“Se non avessi lasciato in quel periodo sarei crollato e sarei fuso, e dubito che oggi avrei ancora recitato".
Crolla ancora a volte. Si è trasferito negli Stati Uniti all'età di 20 anni per la scuola di teatro, ma la interruppe dopo solo 6 mesi. “Ero solo, non avevo soldi ed ero innamorato". Ha fatto la valigia ed è tornato a Stoccolma. Due gironi dopo che era atterrato lui e la sua ragazza hanno rotto. Poi fu la volta di qualche altra produzione svedese ed una piccola parte in Zoolander. Poi ancora film svedesi.
La sua grande chance arrivò quando fu chiamato per Generation Kill, la miniserie della HBO che si è guadagnata 11 nomination al Golden Globe seguendo la storia di  di un battaglione dei Marines durante il rpimo periodo della guerra in Iraq nel 2003.
Skarsgard non è stato nominato per l'Emmy nonostanta la sua brillante performance di Iceman ma è stato nominato 5 volte come Uomo più Sexy di Svezia.
Sappiamo che True Blood finirà la sua seconda stagione con un grande momento di suspance. Ma ci aspettiamo che nella prossima stagione ci siano scene piene di Skarsgard,letteralmente piene. E questo renderà le sue fans decisamente felici. “Sto ancora cercando stamparmi bene in mente che non ci sono problemi con la violenza, ma devo firmare questi documenti legali se mostro il mio sedere sullo schermo” dice Alex “Non è proprio cosi in Europa"
Spera di continuare a lavorare sia negli States che in Svezia e magari partecipare anche a qualche produzione teatrale. “Amo l'idea di lavorare cosi a stretto contatto con gli spettatori di un teatro" dice Skarsgard, che è nel cast di una produzione teatrale svedese che porta a teatro Who’s Afraid of Virginia Woolf.
Presto comincerà a girare la terza stagione di True blood che dovrebbe finire entro qualche mese (si vocifera prima di natale)e come sappiamo l'amore per i vampiri è contagioso. Infine per quanto riguarda il suo cast dice "Mi mancano molto quei ragazzi. So che sembra stupido ma quei ragazzi sono diventati come una famiglia per me". Immagino che li farà diventare parenti di sangue.....


Fonte

Nessun commento:

Posta un commento